Crimea: giornata del ricordo

Crimea, News, Solidarieta', World news — By on 12 febbraio 2011 08:13
Si è tenuta, come tutti gli anni il 30 gennaio, sul porto di Kerch in Crimea, la giornata del ricordo della deportazione degli italiani avvenuta nel 1942. Quel giorno di molti anni fa, tutti gli italiani della città, una fiorente colonia di oltre 3.000 connazionali, fu deportata, prima via nave e poi via treno, in Kazakistan e Siberia. Anziani e bambini morirono subito e così, nel tempo, buona parte degli adulti.
I sopravvissuti di questo olocausto sconosciuto sono circa 300 e continuano a coltivare il ricordo e la memoria dei loro cari, vittime dello stalinismo, e la volontà di veder riconosciuto dal governo ucraino il loro status di eredi dei deportati.
Questa dignitosa e silenziosa battaglia avviene nell’indifferenza delle autorita istituzionali del nostro Paese. Facciamo sentire la nostra voce affinchè il sacrificio di questi nostri fratelli non sia vano.

Tags:

0 Comments

You can be the first one to leave a comment.

Leave a Comment