L’ITALIA RICEVE IL BENSERVITO SIA DAGLI AGGRESSORI CHE DAGLI AGGREDITI.

Senza categoria — By on 20 luglio 2011 14:06

Il Governo libico che fa capo a Muammar Gheddafi ha interrotto ogni collaborazione con il gruppo Eni. Lo annuncia il primo ministro di Tripoli. Ha spiegato che, però, lascerà la porta aperta alle compagnie petrolifere di altri Paesi, purché questi «rivedano la loro partecipazione ai raid aerei» dell’Alleanza atlantica, che stanno prendendo di mira le forza fedeli al leader libico, Muammar Gheddafi. Al-Mahmoudi ha aggiunto che all’Italia verrà impedita l’attività petrolifera perché aveva firmato un accordo di amicizia con la Libia, che vieta ogni atto di aggressione.

E’ sempre settembre quarantatre ed è sempre lo stesso risultato del settembre quarantatre. Ci crediamo furbi ma ci ritroviamo peggio anche di quelli, non furbi, che si fanno tirare addosso le bombe atomiche. Benvenuti nel peggior ciclo storico italiano, ve ne accorgerete presto tutti quanti. Con la demografia in calo e la produzione bloccata, senza più sovranità, con ondate di immigrati sempre più nutrite, ora siamo tagliati fuori dalle fonti energetiche, non abbiamo più alcuna credibilità internazionale e non potremo stipulare patti con il sud, neppure per il semplice contenimento.

0 Comments

You can be the first one to leave a comment.

Leave a Comment