Archive for the ‘pensieri’ Category

Auguri dalla Crimea

Auguri dalla Crimea

Carissimi Walter, Tiziana, Cinzia, Alex, Armin, Giulia, Giulia, Marco, Serena, Caterina, Angela, Claudio, Silvia, Sara, Andrea, Michele e tutti gli amici di Arco, Riva e Frazione San Giorgio! Vi vogliamo bene! Auguriamo a tutta l’Associazione grande successo in tutto che fate, che Dio vi benedica abbondantamente, siate felici ogni giorno! Saremmo lieti di vedervi ancora, [...]

Se svendiamo l’Italia ci bruciamo il futuro

Se svendiamo l’Italia ci bruciamo il futuro

Per incassare 6 miliardi, circa l’8% di quanto paghiamo di interessi sul debito pubblico ogni anno, pare andranno in vendita 338.000 ettari di terreni agricoli che oggi sono proprietà pubblica. Se non si farà attenzione, le conseguenze di una tale scelta, che in Africa è nota come land grab (appropriazione di terra) operata da grandi gruppi multinazionali, [...]

Berlino ha ripreso a stampare marchi

Berlino ha ripreso a stampare marchi

Non è in Ticino, ma a San Gallo. Lo dice un deputato italiano, Lucio Barani,  “La Germania sta stampando marchi in Svizzera”. Una dichiarazione che alimenta il giallo partito dall’Italia, che inizialmente portava a un’azienda tra il Luganese e il Mendrisiotto e che invece riparte dal nord. Possibile? Esiste davvero un piano B della Germania [...]

Il secolo americano

Il secolo americano

L’avvento del “Secolo Americano” sta stratificando sul nostro pianeta nefaste energie letali. Aggressive strategie di controllo globale economico e finanziario dei popoli, ridotti a materie biologiche da narcotizzare, predare, sfruttare ed eliminare, sono ovunque corroborate da moltiplicati conflitti e guerre per l’export della democrazia made in Usa. Alla vigilia del doppio voto che, a Mosca, [...]

Alla fine l’Islanda vince

Alla fine l’Islanda vince

L’OCSE è davvero arrivato vicino a prevedere una recessione per l’Europa se i leader dell’UE non faranno apparire molto velocemente un prestatore di ultima istanza, e non riusciranno in qualche modo a far credere al mondo che il fondo di salvataggio EFSF esista davvero. Anche se il disastro venisse evitato, la previsione di crescita per l’eurozona è [...]

L’Islanda, il primo paese Occidentale a riconoscere lo Stato Palestinese

L’Islanda, il primo paese Occidentale a riconoscere lo Stato Palestinese

Nulla è un caso. Martedì scorso il parlamento islandese ha votato a favore del riconoscimento dei Territori Palestinesi come stato indipendente, il primo paese dell’Europa occidentale a farlo, secondo il Ministro degli Esteri islandese. Simbolicamente, la misura è passata nella giornata annuale dell’ONU della solidarietà con il popolo palestinese. Il voto prepara la strada per [...]

Povera Europa

Povera Europa

La crisi del 1929 fu finanziaria. La crisi attuale, iniziata nel 2008, non è soltanto finanziaria. Alla creazione di immense quantità di denaro spazzatura basate sul debito e quindi inesistenti, vanno sommati il cambiamento del clima, che ha sempre più rilevanti aspetti economici, e la scarsità di risorse energetiche. La crisi è quindi una e trina. Finanza, ambiente, [...]

Povera Italia

Povera Italia

Stiamo scivolando piano piano nel vortice della povertà. Ogni giorno ci sono più poveri, in Italia. “Per carità non ditelo a mia figlia”!! Questa è la frase pronunciata lunedì in quel di Treviso da un pensionato che “preso con un pezzo di formaggio e 2 etti di prosciutto” nascosti dentro al cappotto, non è riuscito [...]

I debiti non vanno pagati, se sono illegittimi

I debiti non vanno pagati, se sono illegittimi

Non sempre i debiti vanno pagati. Lo hanno dimostrato Ecuador e Islanda, ma anche il Consiglio di Stato e la Provincia di Pisa che blocca i pagamenti alle banche. Ad un debito illegittimo, si può dire di no. E’ uno dei tanti mantra che i cittadini ripetono senza capire davvero che le implicazioni sono anzitutto [...]

La Cina non è poi tanto vicina

La Cina non è poi tanto vicina

La Cina è vicina, diceva il titolo di un vecchio film. Ma il compagno Huang Nubo no, dall’ Islanda resti lontano: così ha deciso l’ altro ieri il governo islandese, lasciando cadere 148 milioni di euro offerti dal milionario cinese (ed ex funzionario del partito comunista) per l’ acquisto di Grimsstadir à Fjollum, una valle [...]